Analisti Emotusologi

chi sono gli EMOTUSOLOGI

L’Analista del comportamento emozionale del volto – Emotusologo indaga sul comportamento emozionale del soggetto esaminato. Egli lavora su materiali video e osservazione diretta e conduce il lavoro di analisi per soddisfare una richiesta di tipo professionale o privato. Può avvalersi di strumentazioni elettrofisiologiche per confermare i dati raccolti e di elaborazioni computerizzate per formulare i risultati dell’analisi. La sua attività comprende altresì le attività di sperimentazione, ricerca e didattica in tale ambito.

Quella dell’Analista del comportamento emozionale del volto – Emotusologo è una professione emergente in Italia, orientata all’analisi e al miglioramento delle relazioni interpersonali dell’individuo, ma in altri paesi, come gli Stati Uniti, è presente da molti anni.

Consiste in una serie di conoscenze tecniche e abilità finalizzati all’analisi del comportamento emozionale e, in questo senso, permette un agire professionale e consapevole di attitudini implicite e connaturate nella natura umana.

L’Analista del comportamento emozionale è preparato per far ricorso in modo sistematico a diverse competenze tecniche. La peculiarità di tale professione è quella di essere efficace e rispondente alle necessità dell’analisi del comportamento emozionale nei vari contesti sociali.

Il termine Analista del comportamento emozionale del volto – Emotusologo indica una specifica attività professionale che utilizza strumenti e tecniche per orientare, sostenere e sviluppare le potenzialità del cliente, promuovendone atteggiamenti positivi.

 

 

Le aree  di intervento degli iscritti all’Associazione nazionale degli Analisti del comportamento emozionale del volto – Emotusologi

Le aree intervento degli iscritti all’Associazione nazionale degli Analisti del comportamento emozionale del volto – Emotusologi sono le seguenti:

  • La capacità di redigere protocolli descrittivi di codifica dei movimenti del volto e motorio – gestuali. Tutti i test relativi a queste caratteristiche sono di libero utilizzo
  • Consulenza investigativa – peritale – giudiziaria
  • Consulenza professionale – aziendale
  • Competenza nel redigere protocolli descrittivi di codifica dei movimenti del volto e motorio – gestuali relativi allo strumento “Baby – FACS” o strumenti analoghi. Tutti i test relativi a queste caratteristiche sono di libero utilizzo

 

Può essere svolta:

  • in ambito privato: individuale, di coppia, familiare, di gruppo;
  • in ambito scolastico: consulenza e supervisione a educatori, insegnanti, operatori alla relazione d’aiuto; laboratori di gestione emozionale, creatività, consapevolezza corporea rivolti a bambini, adolescenti, giovani; orientamento scolastico e professionale;
  • in ambito sociale: religioso, interculturale;
  • in ambito organizzativo: presso aziende pubbliche e private; consulenza a dirigenti, quadri, funzionari, dipendenti, gruppi di lavoro; orientamento professionale e selezione del personale;
  • in ambito socio-sanitario: presso aziende socio-sanitarie; consulenza al personale;
  • in ambito sportivo: consulenza tecnica per allenatori e giocatori.

 

Il quadro di riferimento professionale

Attualmente la professione di Analista del comportamento emozionale del volto – Emotusologo è inquadrata all’interno delle cosiddette professioni non-ordinistiche, ovvero regolamentate da un’Associazione Professionale.

L’Associazione nazionale degli Analisti del comportamento emozionale del volto – Emotusologi è attualmente inserita nel registro regionale delle associazioni professionali della Regione Friuli Venezia Giulia.

 

Come si diventa Analisti del comportamento emozionale del volto – Emotusologi

È prevista una formazione specifica, tenuta attualmente sia da Istituti di formazione privati e/o da Università ad integrazione della propria preparazione professionale; tale percorso formativo è richiesto dall’Associazione nazionale degli Analisti del comportamento emozionale del volto – Emotusologi per poter essere iscritti ed è strutturato, nella durata e nei contenuti, sulla base di programmi internazionali.

Per il mantenimento della qualifica, ogni professionista deve effettuare un monte ore di aggiornamento e formazione permanente stabilito dall’Associazione nazionale degli Analisti del comportamento emozionale del volto – Emotusologi.