La psicologia delle emozioni. Viaggio fra teoria, tecniche e applicazioni

TRIESTE 03 – 04 – 05 ottobre 2014

orario 09.00 – 18.00

presso Università degli Studi di Trieste, Piazzale Europa 1, Trieste
 

Il Convegno

Il tema delle emozioni è senza dubbio uno dei piùampi e dibattuti dalla Psicologia, dalla Psicoanalisi, dalla Neurofisiologia e dalla Psichiatria.
L’attività emozionale è stata sempre contrapposta a quella mentale e razionale rappresentando, in qualche modo, la risposta istintiva dell’uomo. Solo negli ultimi vent’anni si è cominciato a separare il mondo delle emozioni da quello degli affetti e, quindi, a delimitare le strutture cerebrali che sottendono a queste due funzioni. La funzione comunicativa delle emozioni comprende due momenti: il primo è determinato dall’attivazione negli altri di un comportamento empatico verso ciò che una persona sta provando, il secondo da uno scambio di informazioni.
Questo convegno si pone come momento di confronto e sintesi degli avanzamenti nella ricerca e nelle applicazioni sociali delle emozioni. Si tratta della seconda edizione del convegno sulle emozioni che, dopo l’interesse suscitato dalla prima edizione intitolata “Come riconoscere e utilizzare le emozioni nelle applicazioni cliniche e nella psicoterapia”, propone un ulteriore approfondimento delle origini, dello sviluppo, delle applicazioni e degli studi svolti negli ultimi anni in una sorta di percorso figurato alla ricerca delle emozioni con “La psicologia delle emozioni. Viaggio fra teorie, tecniche e applicazioni”.
Le emozioni segnano la vita quotidiana dell’uomo.
Mai fino ad ora si era riusciti a definire la componente genetica, biologica e fisiologica con tanta precisione.
Un’informazione continua e precisa in questo settore diviene un obbligo, non solo morale, per tutte le categorie che operano nel sanitario con rapporti interpersonali, ma anche in molti altri settori, al fine di migliorare la relazione e l’intervento, altrimenti carente nella componente umana.

Il Seminario – Sabato 4 ottobre – 10:00-13:00

La ricerca sui comportamenti non verbali offre parecchi metodi per codificare i movimenti del corpo ma nessun metodo veramente affidabile che consenta di studiare le espressioni emotive.
Adottando un approccio integrato è stato sviluppato un nuovo metodo di codifica, il Body Action and Posture (BAP)*, per una micro descrizione dei movimenti del corpo a livello anatomico (la diversa articolazione delle parti del corpo), a livello di forma (direzione e orientamento del movimento), a livello funzionale (funzioni di comunicazione e di autoregolazione). Questo sistema è stato applicato ad un corpus di emozioni, ne è stata valutata la completezza e dimostrata la validità di codifica a tre livelli: a) la ripetitività, b) la precisione temporale, c) la segmentazione.
Verrà discusso il metodo per confermarne ulteriormente la validità e verranno proposte delle applicazioni di ricerca.
*The Body Action and Posture coding system (BAP): Development and reliability.
Dael, N., Mortillaro, M., & Scherer, K. R. (2012). The Body Action and Posture coding system (BAP): Development and reliability. Journal of Nonverbal Behavior, 36, 97-121.

 

Il Provider Motus Animi sas, sulla base delle normative vigenti, ha assegnato all’evento 24 Crediti Formativi ECM - codice evento RES n. 2112- 104027

 

Vedi programma completo

ISCRIZIONI